CTS-BATS
Verbale n. 3
Seduta del 26-02-2002


L'anno 2002 il giorno 26 del mese di febbraio alle ore 11.00 si riunisce, regolarmente convocato, il Comitato Tecnico Scientifico della Biblioteca di Area Tecnico-Scientifica, presso la sala riunioni della B.A.T.S.
Alle ore 11.12 constatata la presenza del numero legale, il Presidente dichiara aperta la seduta.
Gli argomenti all'ordine del giorno sono:

1. Comunicazioni
2. Approvazione verbale seduta precedente
3. Regolamento BATS
4. Inaugurazione
5. Mansioni del personale
6. Fondi 2002
7. Varie ed eventuali.

Risultano presenti:

· Prof. Renato Dalpozzo Presidente B.A.T.S., Dip. Chimica
· Prof. Maria Luisa Panno Dip. Biologia Cellulare
· Dott. Amalia Carpino Dip. Biologia Cellulare
· Prof. Pietro Muraca Dip. D.E.I.S
· Dott. Liliana Bernardo Dip. Ecologia
· Prof. Gaetano Zimbardo Dip. Fisica
· Dott. Alessandro Papa Dip. Fisica
· Dott. Flaviano Testa Dip. Ing. Chimica e dei Materiali
· Prof. John Van Bon Dip. Matematica
· Dott. Ingrid Carbone Dip. Matematica
· Prof. Sergio Rizzuti Dip. Meccanica
· Ing. Natale Arcuri Dip. Meccanica
· Ing. Francesco Pellegrini Dip. Pianificazione Territoriale
· Prof. Maria Pia Bernasconi Dip. Scienze della Terra
· Dott. Rosolino Cirrincione Dip. Scienze della Terra
· Dott. Vittorio De Dominicis Direttore, Segretario
· Dott. Dora Garropoli Rappresentante del personale B.A.T.S.
· Sig. Francesco Lavorato Rappresentante del personale B.A.T.S.

Risultano assenti giustificati:
· Dott. Antonio Procopio Dip. Chimica
· Prof. Antonio Mingozzi Dip. Ecologia

Risultano assenti:
· Ing. Pasquale Legato Dip. D.E.I.S.
· Prof. Francesco Macchione Dip. Difesa del Suolo
· Prof. Brunello Formisani Dip. Ing. Chimica e dei Materiali
· Prof. Alfonso Nastro Dip. Pianificazione Territoriale
· Prof. Alfonso Vulcano Dip. Strutture
· Ing. Nicola Totaro Dip. Strutture

1- Comunicazioni

a. Il Presidente dà il benvenuto ai nuovi rappresentanti in C.T.S prof. A. Nastro ed ing. F. Pellegrini del Dipartimento di Pianificazione Territoriale. Infatti, comunica che con delibera assunta il 23/1/2002 tale Dipartimento ha aderito alla BATS, pertanto sono 12 le strutture afferenti alla Biblioteca. Da lunedì 4/3 inizierà il trasloco del materiale presso la BATS.
b. Si è addivenuti ad una soluzione per il passaggio del patrimonio dai Dipartimenti alla BATS. Ciascun Dipartimento manterrà il materiale nel proprio patrimonio, ma ogni Direttore comunicherà al Presidente il materiale trasferito presso la BATS. Il Presidente si farà carico di tale materiale e dichiarerà che lo custodirà presso la BATS e ne avrà cura. La cura dei libri conservati presso gli studi dei docenti invece rimarrà a carico del Direttore del Dipartimento che però ne segnalerà l'esistenza al Presidente della BATS a norma della rettorale n. 141 del 11/2/2002. La BATS segnalerà ai Dipartimenti eventuali smarrimenti o usure del materiale per permetterne il discarico.
c. Il presidente chiede poi la disponibilità di qualche membro del CTS afferente all'area di Ingegneria per aiutare il personale incaricato dell'indicizzazione e della soggettazione dei libri.
d. Con lettera prot. 89/02 del 13/2/2002 stata comunicata al Dirigente Amministrativo la situazione del Personale afferente alla BATS, in risposta alla lettera prot. 1926 dell'11/2/2002 inviata dal Dirigente stesso.

2- Approvazione verbale seduta precedente

Il Presidente chiede se i rappresentanti hanno proposte di modifica al verbale n. 2 del 11/01/2002, di cui hanno ricevuto copia per e-mail. In assenza di proposte di modifica, il Presidente pone in approvazione il verbale, che è approvato senza voti contrari e con l'astensione dei membri non presenti alla seduta del 5/12/2001.

3- Regolamento BATS
Il Presidente pone in approvazione il Regolamento di Funzionamento e Gestione della Biblioteca di Area Tecnico-Scientifica, che i membri di CTS hanno ricevuto per e-mail. Si apre la discussione, in cui emerge convergenza di opinioni sul testo del regolamento. Su suggerimento di alcuni componenti si apportano modifiche formali e al termine il CTS approva all'unanimità il seguente:

REGOLAMENTO di FUNZIONAMENTO e GESTIONE della BIBLIOTECA di AREA TECNICO-SCIENTIFICA

ART. 1 COSTITUZIONE DELLA BIBLIOTECA

Con D.R. n. 279 del 19/01/1999, è istituita la Biblioteca di Area Tecnico-Scientifica (B.A.T.S.). La Biblioteca è un'articolazione del Sistema Bibliotecario di Ateneo [art. 3.8 comma 1 dello Statuto e capo XI art. 123 e 125 comma 9 del Regolamento Generale di Ateneo (poi R. G. A.)], ed è costituita dall'aggregazione di un patrimonio bibliografico omogeneo atto a soddisfare un'utenza più ampia di quella dipartimentale. Essa costituisce strumento essenziale per l'attività didattica, di studio e di ricerca che si svolge presso l'Ateneo e, a tal fine, collabora con le altre Biblioteche di area.

ART. 2 COMPITI DELLA BIBLIOTECA

La Biblioteca organizza e sviluppa l'acquisizione, la conservazione e l'uso del patrimonio librario e documentale, nonché l'elaborazione e la diffusione dell'informazione bibliografica anche mediante tecnologie innovative. Essa fornisce servizi biblioteconomici e bibliografici agli utenti secondo i propri fini istituzionali.
In particolare la Biblioteca, attraverso i propri organi di gestione:
a) Provvede all'acquisto e alla conservazione del materiale documentario e ne organizza la catalogazione, curando la connessione con il catalogo collettivo dell'Ateneo secondo le procedure di automazione in uso nello stesso;
b) Organizza e gestisce i servizi da erogare agli utenti, assicurandone la massima fruibilità;
c) Promuove la diffusione dell'informazione tra i propri utenti;
d) Cura l'utilizzazione delle risorse finanziarie istituzionali nel rispetto delle disposizioni del vigente Regolamento di Ateneo per l'Amministrazione, la Finanza e la Contabilità.

ART. 3 ORGANI DELLA BIBLIOTECA

Sono Organi della Biblioteca di Area Tecnico-Scientifica:
a) Il Comitato Tecnico Scientifico;
b) Il Presidente del Comitato Tecnico Scientifico;
c) Il Direttore.

ART. 4 IL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

Il Comitato Tecnico Scientifico è composto da: (art. 125 comma 2 del R. G. A.)
a) Un docente e un ricercatore designati da ciascun dipartimento promotore;
b) Due rappresentanti del personale tecnico-amministrativo in servizio presso la B.A.T.S.;
c) Due rappresentanti degli studenti che afferiscono ai corsi di laurea, laurea specialistica, dottorato di ricerca e scuole di specializzazione, le cui discipline sono previste nel regolamento dei dipartimenti promotori;
d) Il Direttore che partecipa a titolo consultivo e svolge funzioni di segretario verbalizzante.
e) L'eventuale Segretario Amministrativo che partecipa a titolo consultivo (art. 125 comma 7 del R. G. A. e successivo art. 7 del presente Regolamento).
Il Comitato Tecnico Scientifico elegge il Presidente della Biblioteca tra i propri membri professori di ruolo (art. 3.8, comma 6 dello Statuto) e dura in carica tre anni.
Il Comitato Tecnico Scientifico svolge, inoltre, le seguenti funzioni (art. 125 comma 3 del R. G. A.):
a) Approva il Regolamento di funzionamento e di gestione;
b) Propone la nomina del Direttore della Biblioteca (con qualifica di EP, elevata professionalità, e comunque non inferiore a D, funzionario di Biblioteca) nel rispetto dell'art. 3.8, comma 6 dello Statuto;
c) Determina gli indirizzi generali e gli obiettivi della Biblioteca e ne verifica l'attuazione;
d) Approva il programma annuale di spesa;
e) Adotta delibere programmatiche per gli acquisti;
f) Regolamenta i servizi.
Il Comitato Tecnico Scientifico si riunisce almeno una volta al mese.

ART. 5 IL PRESIDENTE

Il Presidente della Biblioteca (art. 125 comma 4 del R. G. A.) è nominato dal Rettore, dura in carica tre anni ed è responsabile della Struttura. In particolare:
a) Rappresenta la Biblioteca;
b) Convoca, presiede e cura l'attuazione delle delibere del Comitato Tecnico Scientifico e, con la collaborazione del Comitato, promuove le attività della Biblioteca;
c) Predispone entro la fine di ogni anno una relazione consuntiva sull'attività svolta e sui risultati conseguiti. La relazione, che dovrà contenere anche una descrizione delle attività e degli obiettivi previsti per l'anno successivo, è inviata in copia ai direttori dei dipartimenti interessati, al Presidente del Co. Co. P. ed al Nucleo di Valutazione;
d) Predispone il bilancio preventivo ed il conto consuntivo da sottoporre all'approvazione del Comitato Tecnico Scientifico.
In ottemperanza all'art.124 del R.G.A. il Presidente partecipa in qualità di componente, al Comitato di Coordinamento delle Biblioteche.

ART. 6 IL DIRETTORE

L'incarico di Direttore della Biblioteca (art. 125 comma 5 del R. G. A.) è affidato dal Rettore ad un funzionario dell'area funzionale delle Biblioteche su proposta del Comitato Tecnico Scientifico ed ha durata triennale (art. 3.8 comma 7 dello Statuto). Il Direttore svolge le seguenti funzioni:
a) Cura l'organizzazione del lavoro, la formazione, l'aggiornamento e la gestione del personale in servizio;
b) Cura la gestione biblioteconomica, in base alle indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico in merito alla soddisfazione delle esigenze scientifiche e didattiche della propria utenza;
c) Cura l'attuazione del programma annuale delle attività e degli interventi, provvedendo all'acquisto di libri, periodici, produzione multimediale, apparecchiature e attrezzature in base alle disposizioni del Comitato Tecnico Scientifico e alle indicazioni del Presidente;
d) Assicura la custodia dei beni inventariali di competenza della Biblioteca;
e) Predispone i documenti di bilancio preventivo e di conto consuntivo da sottoporre ad approvazione annuale;
f) Cura la gestione amministrativa;
Il Direttore è sostituito, in caso di assenza prolungata, dall'impiegato con la qualifica più alta e che abbia più anzianità nella qualifica. Per il raggiungimento di determinati obiettivi, il Direttore può servirsi della "Delega" che deve intendersi temporanea e non definitiva.
In ottemperanza all'art.124 del R.G.A. il Direttore della Biblioteca fa parte del Comitato di Coordinamento delle Biblioteche.

ART. 7 AUTONOMIA FINANZIARIA

Se la Biblioteca gode di autonomia finanziaria (art. 125 comma 6 e 7 del R. G. A.), il Comitato Tecnico Scientifico opera con le stesse prerogative e gli stessi obblighi assegnati dal vigente Regolamento di Ateneo per l'Amministrazione, la Finanza e la Contabilità al Consiglio di Dipartimento. Il Presidente, quale responsabile della struttura (art. 3.8 comma 7 dello Statuto), esercita le funzioni del Direttore di Dipartimento. Il Direttore può svolgere la funzione vicaria di Segretario Amministrativo. Eventuali indennità connesse alla funzione aggiuntiva svolta dal Direttore vengono stabilite in sede di contrattazione decentrata.
Qualora la funzione vicaria di Segretario Amministrativo non venga svolta dal Direttore, il Presidente nomina un Segretario Amministrativo della Biblioteca, con modalità analoghe a quelle di cui all'art. 109 del R. G. A. In tal caso il Segretario Amministrativo partecipa a titolo consultivo ai lavori del Comitato Tecnico Scientifico e gli sono assegnate le competenze attribuite ai commi (e) ed (f) del precedente art. 6 al Direttore.

ART. 8 PERSONALE DELLA BIBLIOTECA

Per lo svolgimento delle proprie attività, la Biblioteca dispone del personale afferente alle Biblioteche dei dipartimenti scientifici promotori, che sono stati conferiti all'atto della costituzione della Biblioteca (D.R. 279 del 19/01/1999).
Il personale può essere coadiuvato da personale assunto a tempo determinato (studenti part-time, contrattisti, obiettori in servizio civile).
Il personale della Biblioteca, in reciproca collaborazione, secondo le mansioni assegnate e le aree di competenza individuate dal Direttore della Biblioteca, svolge tutte quelle attività professionali, amministrative, biblioteconomiche, documentali e di formazione per il raggiungimento degli scopi istituzionali della struttura. In caso di effettiva necessità il personale è tenuto a svolgere anche mansioni di qualifica inferiore. Ai funzionari di livello D è affidata dal Comitato Tecnico Scientifico su proposta del Presidente la responsabilità delle aree di competenza.

ART. 9 MATERIALE DOCUMENTARIO

Il materiale documentario conservato presso la Biblioteca è costituito da libri, periodici, strumenti informativi, sussidi multimediali ed informatici e dalle attrezzature necessarie alla loro fruizione.
La Biblioteca riceve in dotazione il materiale bibliografico acquistato su propri fondi, su fondi delle Facoltà e dei dipartimenti promotori nonché quello proveniente da donazioni, lasciti o da altre fonti (art. 125 comma 8 del R. G. A.).
Tutto il materiale documentario pervenuto in Biblioteca per acquisto, donazione o scambio deve essere catalogato con i sistemi in uso e accessibile all'utenza.

ART. 10 UTENTI DELLA BIBLIOTECA

L'ammissione alla Biblioteca e ai suoi servizi, nelle forme disciplinate dal presente Regolamento, è consentita alle seguenti categorie:
a) Docenti, ricercatori, studenti, addottorandi, specializzandi, contrattisti, assegnisti e personale tecnico-amministrativo dell'Unical (utenti interni);
b) Studiosi italiani e stranieri ed altri utenti non inclusi nelle precedenti categorie ed esterni all'Ateneo che abbiano necessità di usufruire dei servizi offerti dalla Biblioteca (utenti esterni).

ART. 11 MODALITA' DI AMMISSIONE

Chiunque intenda accedere ai locali della Biblioteca deve ottenere il rilascio della carta-utente (tesserino magnetico mediante il quale si può accedere a tutti i servizi offerti dalla Biblioteca).
La carta-utente va richiesta previa compilazione di appositi moduli predisposti dalla Biblioteca. Sia la richiesta sia il ritiro vanno effettuati presso lo sportello della "reception". La carta-utente è strettamente personale ed il titolare è personalmente responsabile dell'uso che ne viene fatto. Essa non può essere ceduta ad altri e deve essere sempre restituita al termine del rapporto con l'Università.

ART. 12 SERVIZI AL PUBBLICO

La Biblioteca espleta i seguenti servizi:

1. Servizio Reception
Il servizio si impegna a fornire all'utenza gli opportuni chiarimenti e informazioni (sia di carattere bibliografico sia regolamentare), provvede alla prenotazione e al rilascio della carta-utente previo controllo del diritto del richiedente ad ottenerne il rilascio, assiste e guida l'utenza all'uso degli strumenti bibliografici, dei servizi disponibili e nelle ricerche on-line e sul catalogo bibliografico collettivo dell'Unical.

2. Servizio Consultazione Monografie e Periodici
Tutti gli utenti sono ammessi al servizio consultazione del patrimonio librario della Biblioteca. E' possibile prelevare liberamente i volumi dagli scaffali e consultarli negli spazi appositi. Al termine della lettura l'utente lascerà i libri sui tavoli senza depositarli negli scaffali.
L'attività di consultazione deve svolgersi esclusivamente nelle apposite sale a disposizione del pubblico.
I libri sono collocati per disciplina (informatica, matematica, fisica, ecc.) secondo la Classificazione Decimale Dewey. In tal modo tutti i testi dello stesso argomento si troveranno razionalmente collocati di seguito, rispettando il criterio gerarchico (dal generale al particolare).
I periodici sono collocati in ordine alfabetico.

3. Servizio Riproduzione Documenti
Tutti gli utenti, acquistando l'apposita scheda, sono ammessi al servizio riproduzione documenti nel rispetto delle leggi sul copyright. Il materiale librario, che deve appartenere esclusivamente al patrimonio bibliografico della Biblioteca, va fotocopiato nell'apposita saletta.
L'utente è il solo responsabile per qualsiasi illecito possa verificarsi durante le operazioni di fotoriproduzione sia del danneggiamento o della alterazione dello stato di conservazione del materiale.
L'utente dovrà immediatamente segnalare al personale qualunque anomalia o disfunzione delle apparecchiature.
Chiunque non ottemperi a queste norme sarà escluso temporaneamente o definitivamente dalla Biblioteca, senza pregiudizio del risarcimento di eventuali danni.

4. Servizio Prestito
Gli utenti della B.A.T.S. in regola col possesso della carta-utente, possono accedere al prestito del materiale bibliografico che non sia espressamente escluso - anche tramite disposizioni del Direttore - da tale servizio.
Non può essere prestato il materiale di consultazione (Enciclopedie, Dizionari, Bibliografie, Repertori, ecc.), quello a carattere eminentemente periodico, quello su supporti particolari (microfiches, floppy disk, Cd-Rom, ecc.), quello di carattere biblioteconomico necessario alla gestione quotidiana della Biblioteca, le opere in precario stato di conservazione, materiale didattico del quale esista una sola copia e, comunque, tutte quelle per le quali si ritiene necessaria la costante presenza in sede.
E' prevista, previa comunicazione al Direttore, una forma di prestito illimitato provvisorio per patrimonio documentale che, pur appartenendo alla Biblioteca, viene usato a fini professionali dai docenti. In tal caso, le opere in questione sono considerate in deposito presso i Dipartimenti e consultabili "in loco" previa autorizzazione dei depositari.
A seconda dello "status" l'utente può usufruire per il prestito esterno di un numero di libri come appresso indicato:
Status Personale Libri
01 Professori, ricercatori, tesisti, addottorandi, contrattisti ed assegnisti che afferiscono alla B.A.T.S. 25
03 Studenti afferenti alla B.A.T.S. 5
04 Personale non docente Unical; laureati Unical; studiosi esterni 3
Il periodo durante il quale un libro può essere tenuto in prestito è determinato dallo status del libro come appresso indicato:
Status Durata del Prestito

01 24 ore
02 2 giorni
03 3 giorni
04 30 giorni
09 Non circolante
10 Una settimana
11 10 giorni
20 2 settimane
25 15 giorni
30 3 settimane
40 4 settimane
41 90 giorni
91 in rilegatura
92 smarrito
93 in catalogazione
94 deteriorato
95 6 giorni
99 1 giorno
Il servizio prestito è automatizzato e rinnovabile solo nel caso in cui il documento non sia stato precedentemente prenotato e l'utente non si trovi in multa per ritardata consegna.
Per motivate esigenze il Direttore può richiedere la restituzione anticipata di opere concesse in prestito.
In caso di ritardo nella restituzione delle opere in prestito, l'utente è escluso dal servizio fino al momento della restituzione ed è tenuto al pagamento di una multa per ogni giorno di ritardo.
Per lo smarrimento o il deterioramento del materiale librario sono previste sanzioni che vanno dall'esclusione temporanea o permanente dal prestito fino alla pena pecuniaria.
Il prestito può essere sospeso in occasione del controllo inventariale del patrimonio librario.

5. Servizio References e Ricerche Documentali
Il servizio dovrà svolgere due principali funzioni:
a) Curare in maniera specifica l'informazione bibliografica riguardante le aree scientifiche ed i documenti non presenti in Biblioteca.
b) Realizzare la reperibilità del materiale richiesto tramite rapporti e scambi con altre Biblioteche.

6. Servizio Document Delivery
Il personale della Biblioteca, compatibilmente con gli impegni primari della struttura, potrà espletare il servizio di Document Delivery a favore dell'utenza, dietro richiesta scritta con firma originale del Responsabile della Biblioteca richiedente e con le modalità indicate al primo comma di quest'articolo. Tale servizio è a pagamento.

7. Risorse in Rete
I possessori di carta-utente hanno diritto di usufruire delle risorse in rete normalmente disponibili presso le postazioni multimediali riservate al pubblico. In particolare, le postazioni in piedi dovranno essere utilizzate esclusivamente per verificare la consistenza e la collocazione delle collezioni bibliografiche sia della B.A.T.S. sia delle altre Biblioteche. Le postazioni a tavolino potranno essere utilizzate anche per la consultazione di banche dati on-line e siti Web.
Per tutti gli utenti che desiderano utilizzare il servizio ricerche bibliografiche automatizzato è a disposizione la stampante laser il cui funzionamento è subordinata all'acquisto della tessera preso la "reception".
Alternativamente l'utente deve premunirsi di floppy disk per scaricare i propri dati.
L'utente è l'unico responsabile per gli eventuali danni causati alle risorse hardware e software della postazione, nonché per gli eventuali illeciti o abusi che dovessero verificarsi nel corso della sessione.
L'utente dovrà immediatamente segnalare al personale della B.A.T.S. qualunque anomalia o disfunzione delle apparecchiature.

ART. 13 SERVIZI A PAGAMENTO

Le tariffe dei servizi, le penalità per lo smarrimento o il deterioramento del materiale bibliografico e le relative modalità di pagamento vengono stabilite annualmente dal Comitato tecnico-scientifico della B.A.T.S.

ART. 14 REGOLE DI COMPORTAMENTO

L'ammissione nei locali della Biblioteca è subordinata al rispetto delle regole di convivenza imposte dalla frequenza di un luogo di studio.
E' vietato, salvo che negli appositi locali resi disponibili:
a) Fumare (ai trasgressori si applicano le sanzioni di legge);
b) Introdurre cibi e bevande;
c) Utilizzare apparecchiature rumorose (telefoni cellulari, ecc.);
d) Arrecare disturbo in qualsiasi modo agli altri utenti;
e) Danneggiare libri, arredi apponendovi segni e/o annotazioni;
f) Occultare i libri o trattenerli per più giorni senza autorizzazione presso il proprio posto di lettura;
g) Prenotare i posti di lettura o occuparli oltre il necessario;
h) Occupare le postazioni dei computer per più di un'ora consecutiva;
i) Salvare su hard disk dati personali;
j) Modificare le configurazioni dei computer a disposizione dell'utenza;
k) Servirsi in maniera impropria degli arredi, delle attrezzature e degli ambienti (sedere sui tavoli, per le scale, ecc.) e impedire la piena agibilità da parte degli altri utenti dello spazio messo a disposizione;
l) Utilizzare gli strumenti informatici per fini diversi dalla consultazione bibliografica on-line e dei Cd-Rom; in particolare è fatto divieto navigare in Internet e nelle altre reti con scopi diversi dalla consultazione di strumenti bibliografici e di manomettere a qualsiasi titolo l'assetto del software e le apparecchiature hardware messe a disposizione;
m) Utilizzare locali, macchinari e risorse di vario genere della Biblioteca al di fuori dei fini istituzionali;
n) Alterare la segnaletica affissa nei locali indicante l'ubicazione del materiale;
o) Mutare senza la preventiva autorizzazione del personale la disposizione e l'ubicazione dei tavoli, sedie;
p) Introdursi senza autorizzazione nei locali in cui hanno sede gli uffici del personale;
q) Utilizzare apparecchiature e materiale di cui si serve il personale per l'espletamento delle sue funzioni;
r) Tenere un atteggiamento, personale e di gruppo, non consono al decoro dell'istituzione.
E' fatto divieto all'utenza di prendere in consultazione o in prestito materiale bibliografico prima che sia perfezionato l'iter dell'acquisizione, della catalogazione e della esposizione negli scaffali delle nuove accessioni. Sarà cura del personale diffondere periodicamente un bollettino delle nuove accessioni.
Sono soggetti a tali norme anche il personale interno, fatte salve specifiche esigenze di prestazione d'opera e di servizio, nonché tutti coloro che, dietro autorizzazione, sono ammessi a visite temporanee della Biblioteca. Il personale, al di fuori di quello eventualmente destinato ad attività di sorveglianza, dovrà svolgere la sua attività lavorativa in locali appositi, oppure in condizioni logistiche tali da non arrecare disturbo all'utenza e da non esserne a sua volta intralciato nell'espletamento delle proprie funzioni.
E' fatto obbligo al personale, che dovrà rendersi reperibile e riconoscibile, di intervenire direttamente o su segnalazione degli utenti al fine di far rispettare le norme previste dal presente articolo, prendendo di concerto coi dirigenti le necessarie misure di prevenzione e sanzione. Gli utenti sono tenuti ad esibire la carta-utente su richiesta del personale anche all'interno dei locali della Biblioteca. Senza pregiudizio del risarcimento di eventuali danni, le sanzioni previste per chi non ottempera a tali norme sono, a seconda della gravità delle infrazioni e delle recidive:
a) Il richiamo verbale;
b) Il richiamo scritto;
c) L'esclusione temporanea;
d) L'esclusione definitiva dalla Biblioteca (fatta eccezione per il personale interno già soggetto al Codice di Comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni. D.P.C.M. 28/11/2000).

ART.15 NORME DI ACCESSO ALLA BIBLIOTECA

Non è consentito introdurre nella Biblioteca borse o altri tipi di contenitori; tali oggetti devono essere depositati negli appositi cassetti collocati all'ingresso della Biblioteca e gli utenti, dopo aver consegnato al personale addetto alla Reception un documento di riconoscimento o la carta-utente, devono custodire la chiave e riconsegnarla al momento dell'uscita dalla Biblioteca.
La Biblioteca non è responsabile degli oggetti o beni personali introdotti dagli utenti nei suoi locali o depositati nei cassetti.
Qualora per il forte afflusso di utenza, non ci sia disponibilità di cassetti, il personale non è tenuto a custodire oggetti o beni personali degli utenti né può accordare deroghe alle norme fin qui precisate.
Gli utenti che vogliono introdurre materiale di studio non appartenente alla Biblioteca dovranno mostrarlo al personale, che rilascerà apposito contrassegno.
Gli utenti sono tenuti a farsi riconoscere al momento dell'ingresso presentando agli addetti il tesserino personale o la carta-utente.
Qualora le apparecchiature di rilevamento elettronico entrino in funzione, gli utenti sono tenuti a consentire che il personale verifichi l'eventuale possesso di materiale bibliografico della Biblioteca. La Biblioteca si riserva di applicare le sanzioni del caso.

ART. 16 ORARIO DI APERTURA

Il C.T.S. decide l'orario di apertura in base alle esigenze della struttura e dell'utenza. Il Direttore, con propria disposizione, può modificare tali orari in periodi di vacanza accademica e decidere, in tali periodi, una chiusura di massimo 15 giorni per il controllo inventariale del patrimonio librario. Di tali disposizioni il Direttore darà tempestiva comunicazione all'utenza.

ART. 17 LA CARTA DEI SERVIZI

La Carta dei Servizi è lo strumento che regola i rapporti tra la Biblioteca e gli utenti, definendo i livelli di qualità dei servizi e le modalità della loro fruizione, nonché le forme di controllo e di partecipazione messe a disposizione degli utenti.
La Carta dei Servizi definisce:
a) I servizi erogati e le modalità d'accesso sulla base della tipologia di utenti definita dall'art.10 del presente Regolamento;
b) I diritti e i doveri di tutti i soggetti coinvolti nell'organizzazione e nella fruizione dei servizi;
c) L'informazione, la trasparenza degli atti e le modalità di partecipazione degli utenti;
d) I criteri per la valutazione dell'efficienza e dell'efficacia dei servizi;
e) Ogni altra indicazione utile al funzionamento della Biblioteca.
In particolare, la Carta dei Servizi determina gli orari di apertura e di chiusura, la natura e le modalità dei servizi erogati e, tenuto conto delle risorse e dei costi, fissa eventuali tariffe dei servizi offerti al pubblico.
La Carta dei Servizi viene approvata dal Comitato Tecnico Scientifico, in conformità a una valutazione dell'utilizzazione delle risorse a disposizione per il raggiungimento dei fini istituzionali previsti e può essere modificata in ogni momento.

ART.18 NORME DI RINVIO

Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Regolamento, si fa riferimento allo Statuto e al Regolamento Generale di Ateneo.

ART.19 ENTRATA IN VIGORE

Il presente Regolamento entra in vigore contestualmente al Decreto Rettorale di approvazione ed abroga e sostituisce ogni altra disposizione incompatibile.

4- Inaugurazione

Il Presidente comunica che il Prof. Dulbecco ha declinato, per motivi di salute, l'invito ad inaugurare la BATS. Pertanto apre la discussione su chi invitare in alternativa. Molti presenti intervengono proponendo altri premi Nobel italiani o eminenti personalità in campo scientifico, motivando le scelte. La discussione porta a formare una graduatoria e all'unanimità viene dato mandato al Presidente di contattare nell'ordine: la prof.ssa Rita Levi-Montalcini, il prof. Carlo Rubbia, il prof. Luigi Cavalli-Sforza.

5- Mansioni del personale

Il Presidente ritiene necessario e doveroso affidare mansioni e responsabilità certe al personale anche se, ancora, l'organizzazione del lavoro all'interno della BATS è in espansione e non perfettamente definita. Risulta banale ricordare che, nelle more dell'entrata a regime, ogni area provvederà a catalogare tutto il materiale arretrato, secondo le competenze dell'area stessa.
Fatta salva la prerogativa del Direttore di modificare i compiti del personale, laddove ne giudicasse l'opportunità e l'urgenza, e ribadendo il principio che all'interno di ciascun area ci deve essere una mobilità tale da renderne sempre fruibile il servizio, il Presidente propone al CTS l'organizzazione delle mansioni che è stata concordata con tutto il personale attraverso riunioni tenutesi tra dicembre e gennaio, e il personale di qualifica EP o D preposto al coordinamento di ciascuna area. Il sig. Lavorato in rappresentanza del personale propone di spostare i servizi informazione online e document delivery dai servizi di sala alla direzione. Il CTS si esprime a favore di questa modifica e successivamente all'unanimità approva la seguente suddivisione delle mansioni e nomina i seguenti responsabili di area:
AREA 1 - DIREZIONE DELLA BIBLIOTECA
Il Direttore cura l'organizzazione del lavoro, la formazione, l'aggiornamento e la gestione del personale in servizio. Cura la gestione biblioteconomica, in base alle indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico in merito alla soddisfazione delle esigenze scientifiche e didattiche della propria utenza. Cura l'attuazione del programma annuale delle attività e degli interventi, in base alle disposizioni del Comitato Tecnico Scientifico e alle indicazioni del Presidente. Assicura la custodia dei beni inventariali di competenza della Biblioteca. Svolge altresì le funzioni descritte nell'art 125 del R.G.A. e nel regolamento di funzionamento e gestione della BATS
Alla Direzione fanno altresì capo i servizi:
· Web: Cura la gestione della pagina web della Biblioteca e della rete locale, i contatti con il settore Automazione Biblioteche, esperisce la possibilità di ottenere connessioni online delle riviste in abbonamento e risolve problematiche riguardanti aspetti informatici.
· Segreteria: Cura il protocollo in entrata ed in uscita, la distribuzione della posta in entrata ed in uscita, lavori di dattilografia (lettere, verbali ecc.) per conto della struttura.
· Informazione on-line: Cura in maniera specifica, su richiesta degli utenti, l'informazione bibliografica riguardante le aree scientifiche ed i documenti non presenti in Biblioteca, realizza la reperibilità del materiale richiesto tramite rapporti e scambi con altre Biblioteche o, dopo approvazione del CTS, fornisce le informazioni necessarie all'area amministrativa per provvedere all'acquisto. Prepara, in collaborazione col webmaster, le informazioni da inserire nel notiziario elettronico.
· Document delivery e prestito interbibliotecario: Cura il servizio di prestito interbibliotecario ed il servizio di document delivery a favore dell'utenza, dietro richiesta scritta con firma originale del Responsabile della Biblioteca richiedente, seguendo le regole stabilite nel regolamento della BATS.
Responsabile dott. Vittorio De Dominicis (Direttore)
AREA 2 - LIBRI: CATALOGAZIONE E COLLOCAZIONE
Curerà la catalogazione e tutte le altre procedure inerenti il documento fino alla collocazione fisica negli scaffali. Invierà dal rilegatore i libri che ne hanno bisogno.
Responsabile: dott.ssa Adele Mazzei
AREA 3 - RIVISTE
L'area provvederà a contattare le case editrici o le agenzie fornitrici delle riviste in abbonamento richieste dai Dipartimenti afferenti ed approvati dal CTS, preparerà la richiesta d'acquisto, solleciterà eventuali numeri arretrati, curerà la catalogazione e tutte le altre procedure inerenti il documento fisico fino alla collocazione negli scaffali. Provvederà alla rilegatura delle riviste.
Responsabile: dott.ssa Dora Garropoli
AREA 4 - AMMINISTRAZIONE INVENTARIO E RAGIONERIA
Predispone i documenti di bilancio preventivo e di conto consuntivo da sottoporre ad approvazione annuale. Cura la gestione amministrativa, provvedendo agli acquisti in base alle disposizioni del Comitato Tecnico Scientifico, del Presidente o del Direttore, acquisendo dall'area riviste e dal servizio d'informazione online e dal webmaster i preventivi o le fatture proforma. Cura la precatalogazione dei libri. Prepara gli impegni di spesa, emette i mandati di pagamento, per le missioni del personale, gli acquisti di materiale di consumo, i periodici, i libri, i prodotti multimediali, le apparecchiature, le attrezzature, i macchinari. Provvederà a constatare l'arrivo, la congruità all'ordine del materiale bibliografico e non, cura i contatti con le agenzie di pulizia e di manutenzione. Cura il carico e lo scarico inventariale del materiale bibliografico e non della struttura. Predispone il riepilogo inventariale annuale.
Responsabile dott.ssa Patrizia Ciarletta
AREA 5 -SERVIZI DI SALA
Cura l'apertura e la chiusura del locali, la sorveglianza durante l'orario di apertura, l'informazione all'utenza, distribuisce la modulistica, gestisce il prestito locale, controlla il corretto uso delle fotocopiatrici, e dei computer per l'utenza, la sistemazione dei libri e delle riviste e informa il responsabile dell'area inventario di eventuali furti, smarrimenti, deterioramenti del materiale. Monitora la frequenza degli utenti, è delegato al controllo dell'adempimento del servizio pulizia e dà conto di manchevolezze al responsabile dell'area amministrativa. Gestisce i servizi a pagamento all'utenza e rendiconta all'area amministrativa.
Responsabile: sig. Rosario Stillo

Il Presidente dà lettura della lettera d'invito al Direttore ad assumere anche l'incarico di segretario amministrativo della biblioteca e la sua risposta, che di seguito si riportano:

Prot 80/02 del 12/2/2002
Al Direttore della BATS dott. Vittorio De Dominicis
Oggetto: Proposta di nomina del Segretario Amministrativo
Ai sensi dell'art. 125 del RGA le chiedo la sua disponibilità a svolgere la funzione vicaria di Segretario Amministrativo della Biblioteca di Area Tecnico-Scientifica nel momento in cui essa godrà di autonomia finanziaria.
Il Presidente prof. Renato Dalpozzo

Prot. 82/02 del 12/2/2002
Al presidente della Biblioteca di Area Tecnico-Scientifica prof. Renato Dalpozzo
Oggetto: nomina segretario amministrativo
In riferimento alla richiesta del 12-2-2002 prot. 80/02 il sottoscritto comunica la propria indisponibilità a ricoprire l'incarico di segretario amministrativo della BATS.
Il Direttore dott. Vittorio De Dominicis

Sulla base della suddivisione dei compiti approvata in precedenza, il Presidente propone di affidare l'incarico alla dott.ssa Patrizia Ciarletta, funzionario di biblioteca, in possesso della Laurea in Lettere, cui spetta nell'organigramma la responsabilità dell'Area 4 - amministrazione inventario e ragioneria. Il Presidente fa presente che la dott.ssa Ciarletta già collaborava con il Segretario Amministrativo del Dipartimento di Chimica, nel disbrigo delle pratiche amministrative della Biblioteca di quel dipartimento prima di essere trasferita alla Biblioteca di Area Tecnico Scientifica.
Il C.T.S. approva all'unanimità.

6- Fondi 2002

Il Presidente riassume la riunione di Comitato Coordinamento delle Biblioteche in cui si è deciso di stanziare parte dei fondi dell'Ufficio Automazione per estendere gli abbonamenti online alle case editrici Springer, Wiley, Cambridge UP, ACM e IOP. Inoltre comunica che la Kluwer permette, in caso di necessità, di ridurre del 3% il valore del rinnovato per mantenere la possibilità di accesso online su tutte le riviste. Infine comunica che la suddivisione dei fondi è all'approvazione degli organi competenti.
Successivamente la dott.ssa D. Garropoli in qualità di responsabile del settore riviste illustra al CTS lo stato del rinnovo degli abbonamenti. Sono state direttamente contattate tutte le case editrici presso cui la BATS acquista più di 4 riviste, per un totale di 328 titoli. Delle 23 case solo 8 al momento hanno risposto inviando le nuove fatture proforma. Sono poi state contattate 4 agenzie: LUIM (Rende), Swets-Blackwell (Milano), EBSCO (Torino), Cicala-Inguaggiato (Palermo), cui è stato chiesto un preventivo per tutti i titoli e un altro per i 202 titoli esclusi dalle richieste dirette. Le offerte pervenute sono in questi termini:
LUIM: ribasso del 5% sul prezzo editoriale delle riviste italiane. Senza ns. richiesta, viene fatta offerta, inoltre, per un buon numero di riviste straniere, appartenenti alle più grosse case editrici e presenti nel pacchetto dei 328 titoli, per le quali chiede il prezzo editoriale senza commissione aggiunta. Chiede, invece, una maggiorazione del 5% sul prezzo di listino per le riviste appartenenti al pacchetto dei 202 titoli.
Swets-Blackwell: prezzo di copertina su tutte le riviste se l'ordine comprende tutti i titoli (328+202); maggiorazione del 2.5% sul pacchetto dei 202 titoli.
EBSCO: maggiorazione del 6% comunque, tranne che sui titoli Springer (39) titoli, di cui è anche editore.
Cicala Inguaggiato: Ha proposto forti ribassi, motivati da esuberi di magazzino del loro fornitore grossista, sulle riviste ACS e Academic Press. Tale sconto oscilla tra il 10% e il 15% sul prezzo editoriale. Sulle 6 riviste edite da Current Trends Subscription, distribuite dall'Elsevier, offre, inoltre, un ribasso del 7% sul prezzo editoriale. Non ha fatto pervenire preventivi per le altre riviste.
Si apre la discussione cui intervengono tra gli altri i prof. Rizzuti, Muraca, le dott.sse Carbone, Carpino, i rappresentanti del personale. Al termine emerge un chiaro orientamento del CTS a rivolgersi alle case editrici direttamente come era abitudine della maggioranza dei Dipartimenti afferenti, non solo per i 328 titoli delle case maggiori, ma anche per gli altri 202.
Il Presidente allora mette in votazione le seguenti modalità:
· Acquisto presso la Ditta Cicala Inguaggiato delle riviste ACS, Academic Press e delle 6 riviste Current Trends. L'importo di ciascuna fornitura è inferiore a € 25000 e, visto il forte ribasso effettuato sul prezzo di copertina, ricorrono le condizioni di economicità previste dal comma 4 dell'art.7.1 del Regolamento per la finanza e la contabilità (RFC) dell'UNICAL.
· Acquisto presso la Ditta LUIM delle riviste di case editrici italiane. L'importo della fornitura è inferiore a € 25000 e, visto il ribasso effettuato sul prezzo di copertina, ricorrono le condizioni di economicità previste dal comma 4 dell'art.7.1 del RFC.
· Acquisto di tutto il resto direttamente preso le case editrici. In questo modo sono rispettati i vincoli per la trattativa privata disciplinata dall'art. 7.5 del RFC, essendo l'acquisto garantito dall'unico editore di quella rivista e non da uno delle varie agenzie intermediarie.
Il CTS approva all'unanimità. L'ufficio diretto dalla dott.ssa Garropoli pertanto si opererà per dare seguito alla delibera, contattando e sollecitando le case editrici, affinché facciano pervenire le fatture proforma, in modo che l'ufficio diretto dalla dott.ssa Ciarletta possa preparare le pratiche necessarie da portare in amministrazione non appena si abbia disponibilità di fondi.
L'ing. Pellegrini chiede poi di dare seguito alla delibera di adesione del suo Dipartimento, secondo cui la BATS provvederà al rinnovo per il 2002 delle riviste del Dipartimento di Pianificazione Territoriale. A seguito di ciò il Presidente provvederà ad informare gli uffici competenti di apportare le modifiche del caso alla proposta di ripartizione fondi 2002.

7-Varie ed eventuali

I rappresentanti del Dipartimento di Biologia Cellulare chiedono di rendere gratuite le tessere fotocopie per i docenti. Il Presidente avverte che la vendita delle tessere serve a coprire le spese di funzionamento del servizio. Comunque i Dipartimenti possono acquistare le tessere sui propri fondi e poi darle gratuitamente ai docenti. E' anche possibile ai docenti avere la rivista in prestito per un giorno, pertanto sembra inutile al Presidente accogliere la richiesta del Dipartimento di Biologia Cellulare. Il resto del CTS concorda col Presidente.
Il rappresentante del personale sig. Lavorato chiede di risolvere il problema delle tesi, in quanto alcuni Dipartimenti le hanno conferite alla BATS, altri le hanno mantenute presso di loro. Si apre una breve discussione al termine della quale si decide di soprassedere per il momento ad una decisione, rinviando il tutto ad un apposito punto all'ordine del giorno di un prossimo CTS.
Non essendoci null'altro all'ordine del giorno la seduta è tolta alle ore 13.05.

Letto, approvato e sottoscritto.

Il segretario Il Presidente
Dott. Vittorio De Dominicis Prof. Renato Dalpozzo

 

<< Indietro